venerdì 31 luglio 2015

RUBRICA SEGNA(LA)LIBRO TRICOLORE #60

Nell'augurarvi un sereno e rilassante weekend, vi lasciamo alcuni titoli di vari generi, speranod che troviate una o più letture da portare con voi. 


Buon weekend e buone letture!!! 



RUBRICA SEGNA(LA)LIBRO TRICOLORE





#1 The Drem Trilogy
Titolo: The Dream
Autore: Raffy Lombardo
Editore: Self
Genere: Romance
Pagine: 82
Prezzo: 1,00
Trama:  Può un sogno svelarci il futuro? La vita fa il suo corso, si cresce e si diventa adulti. Ma quell’incubo è lì, ti tormenta.
Ma poi c’è lui, un uomo senza volto, che corre in tuo aiuto ogni volta. Ti fa risvegliare tranquilla e ti fa sentire amata.
Poi qualcosa cambia, un incontro inaspettato che ti fa riflettere… E se fosse lui? Esiste il destino? Oppure è solo una coincidenza? Chi può dirlo con certezza?
So solo che i miei sogni stanno diventando realtà… e tutto si concretizza, senza che io riesca a dare una spiegazione logica a tutto questo.



 Titolo: Il gusto della vita
Autore:  Luciana Ortu
Editore: Amarganta
Genere: Narrativa
Pagine: 148
Prezzo:  2,49
Trama:  Una vita semplice quella di Laura, che perde il padre subito dopo aver sposato Josto. Il suo è il racconto dei piccoli gesti che si susseguono per andare avanti, nonostante il dolore e il senso di vuoto. Cucinare diventa per lei il modo per amalgamare insieme presente, passato e futuro. Perché cucinare insegna a esser filosofi, a prendere la vita nel modo giusto. Ci vengono forniti degli ingredienti, sta a noi ricavarne un piatto buono, saporito o appena passabile.



Titolo:  Le ossa del lago
Autore: Rosalba Vangelista
Editore: Youcanprint
Genere: Thriller
Pagine: 142
Prezzo: 1,49
Trama:  Ci sono segreti che solo la profondità dell'acqua può nascondere...
Misterioso, delicato, ed a tratti evocativo nonostante la durezza del tema trattato (l' omicidio di un bambino), Le ossa del lago e' un romanzo thriller diverso dal suo genere, dove lo sviluppo della psiche dei suoi protagonisti si scontra con la crudeltà degli avvenimenti della loro vita, facendoci riflettere, profondamente, tra le righe della sua storia, sulle fragilità, le paure, le inquietudini dell'animo umano.
E' una notte di mezza estate quando Jude, una giovane mamma, si suicida sulla riva del lago Silver Lake nel New Hampshire.
In quello stesso lago un mese e mezzo prima viene ritrovato il corpicino senza vita del suo bambino, Marcos, ucciso da un'assassino che non ha ancora un nome.
Al ritrovamento del piccolo partecipa anche Kate, novella poliziotta da poco trasferitasi a Silver Lake da Atlanta.
Kate e' nuova del posto ma non riesce ad accettare l'ingiustizia subita dal piccolo, vuole dare un nome al suo assassino, e forse, vuole anche far pace con se stessa, anche a costo di riaprire ferite e segreti nascosti tra le sponde ed i verdi alberi del lago d'argento...
Lo spaccato di una tranquilla cittadina statunitense visto dagli occhi di Kate, uno sguardo di sofferenza che rispecchia quello dei suoi protagonisti, e che mette a fuoco timori reconditi, pregiudizi e segreti, coi quali, emersi come incubi, ciascuno deve fare i conti. Una “terribile normalità” del territorio fa da contrappeso alla spaventosa soluzione che sta dietro a questo romanzo criminale.



Titolo:  Una casa sullìoceano
Autore: Arianna Mari
Editore: Self
Genere:  Narrativa
Pagine:  192
Prezzo:  0.99
Trama:  Oceane vive con la famiglia Dupont fin da quando è una bambina, ma si è sempre sentita fuori luogo e inadeguata: non sa chi siano i suoi veri genitori e non si è mai sentita davvero amata. La sua madre adottiva le ha raccontato di averla trovata vicino all’oceano, ma è morta prima di poterle dire cosa accadde davvero. Con lei vive anche Julien, il figlio dei signori Dupont, con cui ha un legame davvero speciale che va ben oltre l’amore tra fratelli. Insieme, infatti, affrontano continuamente le angherie di Dupont, un uomo nevrotico e severo che sembra detestare la loro presenza e che fa di tutto per tenerli lontani l’uno dall’altro. Ma ciò che i due non sanno è che dietro il suo comportamento si nasconde una storia fatta di segreti e bugie che è sempre stata loro nascosta: una terribile verità sulla storia di due famiglie indissolubilmente legate tra di loro, sulle vite intrecciate di due donne e dei loro figli.
Oceane e Julien cercano di riscattarsi dalle colpe di un passato che non li appartiene ma che inevitabilmente li condiziona. Schiacciati dagli eventi e dalla scoperta di un violento omicidio, tenteranno in ogni modo di non crollare sotto il peso della distanza e del dolore. Attraverseranno lo spazio e il tempo per salvare il sentimento che li lega e per unire ogni tassello della storia che li ha partoriti, giungendo a un finale inaspettato e commovente.



Titolo:  Cosa rimane di noi
Autore: Manuel Sgarella
Editore: Self
Genere:  Gialli, thriller
Pagine: 298
Prezzo: 0,99
Trama:  Un ex poliziotto. Due vite da ricostruire. 
Un bambino da trovare. L’inferno da distruggere. 
Esiste l’inferno o è solo la realtà che viene creata dalle nostre paure? 
Luca è un uomo distrutto che ha lasciato la Polizia dopo una tragedia che ha colpito la sua famiglia. 
Nicole, sua moglie, non esce più di casa, rinchiusa nel suo mondo. 
Entrambi verso l’autodistruzione, non riescono nemmeno a guardasi in faccia. 
Un uomo misterioso propone a Luca di riavere la sua vita, lui può aiutarlo. Ma a una condizione: “Devi ritrovare mio figlio”. 
Per l’ex poliziotto inizia una vera discesa agli inferi: dovrà riprendere clandestinamente la sua attività di investigatore. Affrontare un mondo fatto di bambini scomparsi, persone marce, corrotte, spregevoli. Alla ricerca di quello che anche lui ha perso. 
Unico obiettivo: poter rimettere insieme i pezzi di quelle vite distrutte. 



 Titolo:  Per ogni tuo respiro
Autore: Lucia Tommasi
Editore:  Self
Genere: Romance
Pagine: 444
Prezzo:  3,99
Trama:  Sam è innamorata del suo miglior amico Axel.
Un ragazzo lunatico e rubacuori che non si innamora mai per un trauma avuto in passato che gli ha fatto odiare l’amore, ma Sam riuscirà a fargli cambiare idea?
Per paura di perdere la sua amicizia non gli dice che è innamorata e parte per Manhattan per frequentare l’università della Columbia mentre Axel parte contemporaneamente in Iraq per arruolarsi nelle forze armate militari.
Ma per quanto controllo lei cerchi di avere sulla sua vita niente è più forte del destino.



 Titolo: Ti amo già da un po'
Autore: Tania Paxia
Editore: Self
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 267
Prezzo:  0.99
Trama:  Keene, New Hampshire
5 Giugno 2006
Ore 22:50
Harper
Lei era lì, dall’altro lato della strada, più bella che mai, con i capelli castani tirati in una coda di cavallo, mentre sorrideva allegra, aggiustandosi la piccola borsa a tracolla che le era scivolata di fianco. Indossava degli shorts corti di jeans, abbinati a una t-shirt rosa. Era accaldata, forse era davvero corsa fin lì da chissà dove. 
Il tempo si fermò, concentrandosi in un solo attimo. L’attimo in cui realizzai che non era lì per me, ma era insieme a… 
May 
“Owen” mi bloccai all’istante, senza fiato. “Ci sediamo?” gli indicai una delle panchine che costeggiavano la strada, di fronte al gazebo rotondo in legno, nella piazza principale. Era uno dei miei posti preferiti. 
Un biglietto. Un malinteso. Questo ha portato Maybelle Watson (detta Trilli) e Peter Harper ad allontanarsi. Da amici per la pelle, sono diventati due estranei, per gli otto anni consecutivi, fino a quando May, stufa della sua vita a New York, del suo lavoro di avvocato, del suo fidanzato apatico e insensibile, avvocato anche lui, decide di tornare a Keene. Ed è qui che incontrerà di nuovo Peter Harper, il suo amico speciale, il suo Peter personale. Tra liti, scontri e cioccolate calde col cuore di gelato, May scoprirà ciò che Harper avrebbe voluto dirle quella sera di inizio estate. 



Serie Destini incrociati
Titolo:  Un cuore in stallo
Autore: Missy Siorai
Editore: Self
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 161
Prezzo: 0.99
Trama:  Due lutti a distanza di pochi giorni gettano Josephine Simmons, giovane marines, nella disperazione. La perdita prematura del padre, Colonnello dell'aeronautica americana e il dolore per la morte di Travis durante una missione in Afghanistan, allontanano la donna dalla realtà, facendole perdere ogni interesse nei confronti della vita. Travis non era solo il suo fidanzato, ma anche il suo migliore amico. La sofferenza per quelle perdite la porta a decidere di congedarsi prematuramente abbandonando la vita militare. Dopo un primo anno di giorni bui Joe riagguanta le redini della propria vita. A ventisette anni riprende gli studi ma il destino le gioca un brutto scherzo. Per conseguire il Master è costretta a fare ricerche informatiche all'interno della base militare Miramar di San Diego. Qui conoscerà il Capitano Callhan Meyer e tutta la serenità che credeva di aver ritrovato, scoppierà come una bolla di sapone. Tenere lontano Callhan e la strana attrazione che li lega si dimostrerà più arduo di quanto pensa.
Riuscirà Josephine a sconfiggere la paura di amare oppure vi rinuncerà per sempre?





TROVANDO TE Jennifer Probst Recensione



" Gen non amava mettersi contro il sistema, specialmente contro la famiglia. Ma lui l’avrebbe aiutata. Se c’era una lezione che aveva imparato, era che la sola cosa che conta è proteggere la propria anima. Dio sapeva se non ci era passato anche lui. Aveva mollato tutto e aveva conosciuto l’inferno. Ma ne era valsa la pena. "

Andiamo, fin da quando l' avevamo conosciuta  si era capito come la "superfidanzatablindata" Gen, amica per la pelle  delle ragazze pazze di Kinnections,   non fosse molto  convinta del suo partner e non morisse dalla voglia di sposarsi:  tutto nella sua vita  era prevedibile, faticoso, monotono. E come se non bastasse,  le ronzava attorno Wolfe, un uomo che con la calma piatta  non aveva a assolutamente a che vedere. 
Ebbene,  in questo libro la futura sposa scoppia di infelicità e il ragazzo dannato è maturato,   anche se  il suo animo selvaggio è imbrigliato ma non sopito. 
Gen e Wolfe, fuoco e paglia vicini: avete presente Julia Roberts in " Se scappi ti sposo " ?  L' inizio della storia è vivace come quello di una commedia frizzante,  poi però i toni cambiano decisamente, si fanno più cupi, e prima che tornino brillanti occorre affrontare prove molto dure che coinvolgono entrambi i protagonisti del libro...



Corbaccio
TROVANDO TE 
JENNIFER PROBST 


Genere: romance erotico  
Pagine: 432 
Prezzo: € 14,90
ebook: € 9,99

La Trama 

Genevieve MacKenzie, giovane chirurgo in carriera, sta per sposare il primario del reparto: un matrimonio fantastico che corona i suoi sogni. D'altronde Genevieve sa perfettamente quel che vuole dalla vita... almeno fino a quando un impulso improvviso la costringe a una fuga precipitosa attraverso una finestra della chiesa proprio il giorno delle nozze. E quando Wolfe si ritrova fra le braccia la promessa sposa del suo migliore amico scappata da una finestra, non si pone troppe domande e la porta via con sé determinato a proteggerla e a scoprire la verità dietro il gesto disperato di. lei. Il problema è che i sentimenti di Wolfe e Genevieve si rivelano ben presto assai più che platonici, minacciando di distruggere tutto quel che entrambi avevano costruito fino a quel momento...

Opinione di Charlotte 

Conquistata dall' umorismo cinico  di Slade l' avvocato, e dal candore disarmante  di Nate il nerd,   mi sono avvicinata al romanzo con l' idea di divertirmi senza pensieri per qualche ora . L' errore però era palese  : avendo già conosciuto di vista il personaggio maschile di Trovando te, comparsa fuggevole ma intensa fin dalla serie dei Contratti, avrei dovuto comprendere fin da subito che mi sarei trovata davanti a  un carico di drammi e di  tormento interiore particolarmente oneroso. Quel che non mi sarei aspettata era che questa sofferenza non fosse incentrata sul passato problematico di Wolfe: in realtà  il filo conduttore della vicenda riguarda in particolare la  protagonista femminile,  soggiogata dalla presenza ingombrante, con tanto di sudditanza psicologica,  di un fidanzato dalla personalità inquietante e dietro le apparenze tutt' altro che inoffensiva e placida. Un uomo che possiede anzichè valorizzare, che si impadronisce di mente e anima, che agisce subdolo e pericoloso.
Parlando di manipolazione e prevaricazione mentale e fisica, pur mantenendosi all' interno di un contesto romance, Jennifer Probst  per buona parte del romanzo non   lesina momenti di violenza ed efferatezza, e  affronta situazioni decisamente difficili:  solo nell' ultimo terzo del libro   torna " alla solita routine", con tanto di manicaretti, di Italia stereotipata e soprattutto di  immancabile Mamma Conte che tutto vede e tutto mette a posto.
Dramma diffuso non vuol dire freddezza: la tensione emotiva , il timore,  il disprezzo che contraddistinguono le azioni dei personaggi per larga parte del libro,  sono  bilanciati da un calore impareggiabile, quello che lega Wolfe e Gen e li tramuta da amici ad amanti per la vita.  Splendida la resa della  trasformazione del loro rapporto fraterno in  passione folle, irrinunciabile e salvifica, che tra una divagazione e un bluff segue le tappe obbligate dello schema romance fino al " per sempre" obbligatorio.  Tutto tra gli attori principali di Trovando te  avviene secondo copione: affetto profondo , rapporto cameratesco, scoperta dell’ attrazione fisica e  presa in considerazione di una relazione. Di qui gli immancabili  mille dubbi, inibizioni, gelosie, elucubrazioni , quando l’ unico segreto è lasciarsi andare . 
Una Probst non orginale nel canovaccio, ma più matura del solito, spesso molto riflessiva: che riserva la sua spensieratezza   alle battute finali del romanzo, al sesso al solito minuziosamente descritto e piccante quanto basta,  alle scene corali in cui compaiono gli amici di sempre, che infilano immancabilmente la battuta salace nei discorsi seri ;  o  ancora, al  tormentone del mitico Libro degli Incantesimi che auspico funzioni ancora per molto, molto tempo continuando a passare di mano in mano, di trasloco in trasloco.  Credo che la svolta seria di Jennifer Probst  fosse necessaria perchè la scrittrice non  incorresse nel "manierismo" di se stessa e nella prevedibilità. E se subito mi è mancato il lato ridanciano della storia, la parte suspense e quella introspettiva si sono rivelate molto più convincenti che in altri romanzi precedenti dell' autrice, soddisfacendomi appieno e agganciandomi  alla tormentata vicenda   di Gen e Wolfe. 


Considerazione  estemporanea irrilevante ai fini della valutazione del libro ma impossibile da trattenere:
Un giorno o l' altro  appenderò al muro  le gigantografie delle copertine Probst di Corbaccio:  giusto per poterle rimirare in tutta la loro bellezza ed eleganza ! 

I romanzi di Jennifer Probst editi in Italia e di prossima uscita

Serie MARRIAGE TO BILLIONAIRE

1. Contratto indecente (31 Ottobre 2012) Rec. QUI 
2. Contratto fatale  (28 Marzo 2013)  Rec. QUI
 3. Contratto di passione  (24 Ottobre 2013) Rec. QUI
4. Contratto finale (6 Marzo 2014) Rec. QUI
+ Il libro degli incantesimi (racconto esclusivo di Nick e Alexa)


Serie SEARCHING FOR

1. CERCANDO TE   Rec. QUI
2. SOGNANDO TE  Rec. QUI
3. TROVANDO TE 
4. Searching for Always   ( Arylin e Stone )
5. Searching for You ( work in progress ) 

Singoli
VENDETTA PICCANTE Rec. QUI
FIRE Rec. QUI

Su Pinterest, la pagina dedicata ai titoli di Jennifer Probst recensiti da Sognando tra Le Righe 

L' Autrice  




Jennifer Probst è autrice di numerosi libri di Romance fiction Sexy&Erotic. Ha scritto romanzi per Red Sage, celebre casa editrice americana di romanzi erotici, fra cui The Tantric Principles, Sex Lies and Contracts e Secrets. Ma è con la serie iniziata con Contratto indecente che ha raggiunto il successo: negli Stati Uniti, Contratto indecente è uscito prima in ebook, proprio come Cinquanta sfumature di grigio, ottenendo uno straordinario successo – 500.000 copie vendute in 5 mesi – risultato che ha convinto la prestigiosa Simon & Schuster ad acquisire i diritti dell’edizione a stampa della serie che comprende oltre a Contratto indecente, Contratto fatale, Contratto di passione e Contratto finale. Oltre a questa serie, Corbaccio ha pubblicato anche Vendetta piccante, Fire e Cercando te e Sognando te, i primi due volumi della nuova serie di cui Trovando te è il terzo libro, e un’appendice alla serie dei contratti Il libro degli incantesimi, disponibile solo in ebook. Jennifer Probst vive a New York con il marito e i figli



giovedì 30 luglio 2015

LA BRUTTA E CATTIVA. La ricetta delle occasioni ritrovate Viviana Giorgi Recensione

Il ricettario di Emma Books per Expo 2015 si arricchisce con un dessert: e quello che viene abitualmente considerato la  fine  di un pasto, offerto  alla maniera di Viviana Giorgi,  anzichè rappresentare il termine di un percorso assume le sembianze di un nuovo inizio. Se volete saperne di più, non avete che da leggere: Viviana è garanzia di eleganza espressiva,  dolcezza e ottimismo,  il suo racconto è accattivante come una piece teatrale, e si rivela  un piacevole e succoso concentrato di riflessioni. 

Emma Books 
VIVIANA GIORGI 
LA BRUTTA E CATTIVA  
LA RICETTA DELLE OCCASIONI RITROVATE




Collana: Cocktail
Genere: Commedia rosa 
Pagine: 54
Prezzo ( solo ebook) € 0,99

La Trama

[Ingredienti] 1 grande confezione di amicizia sincera ed eterna; 1 cucchiaiata abbondante di ricordi dolci; 1 cucchiaino di ricordi amari, amori passati e amori presenti, e di occasioni perdute; un pizzico di speranza e uno di voglia di ricominciare; molte risate, qualche battibecco, qualche goccia di acqua di mare, qualche lacrima; 1 cane bruttarello e goloso [Preparazione] Nella grossa ciotola della vita mettete quattro amiche d’infanzia ormai quarantenni, i loro ricordi, quelli amari e quelli dolci, le loro delusioni e le loro speranze, i loro amori felici e quelli infelici. Aggiungete uno a uno gli altri ingredienti e montate il tutto con delicatezza fino a quando i grumi delle occasioni perdute si saranno dissolti. Infornate e lasciate riposare una notte (meglio se in un luogo dove l’aria profuma di mare e di aghi di pino). Prima di servire, decorate con una spruzzata di stelle e con alcune note delle vostre canzoni del cuore. Gustate la “brutta e cattiva” insieme agli amici veri, con l’avvertenza di tenerla fuori dalla portata dei cani bruttarelli e golosi (se no se la mangiano tutta). [Rimedio] È la ricetta delle seconde opportunità, utilissima per riscoprire, con l’aiuto degli amici più cari, il coraggio e la speranza che si credevano persi per sempre, per fare delle occasioni perdute le vostre occasioni ritrovate. 

Opinione di Charlotte  

Sento che quest’anno la torta verrà bene, abbi fede. Non so come spiegarlo, è come un presentimento, come se la vita stesse per offrire a tutte e quattro una nuova opportunità.
 
Inguaribile romantica ma anche instancabile ottimista, Viviana Giorgi riesce a parlare al cuore della lettrice distinguendosi per la naturale capacità di sviscerare i sentimenti,  senza calcare sul dramma e senza essere mai retorica né forzata, nè sbrigativa.  
La protagonista di questo racconto è un' inquietante  torta camaleontica che sembra dotata di volontà propria e che rappresenta a modo suo il bilancio dell' esistenza delle persone,  nella fattispecie di quattro amiche  quarantenni diversissime per temperamento e scelte esistenziali:  si tratta di compagne  " per la vita"   cresciute insieme, che unite hanno sopportato delusioni e condiviso gioie, che si conoscono e si amano incondizionatamente. Senza difetto che tenga, o impegno familiare e  lavorativo che subentri : l' una per l' altra  ci sono sempre, nel bene o nel male. Così come onnipresente è la torta anarchica,  realizzata a otto  mani seguendo  l' istinto  senza dosi prestabilite,  assecondando  il flusso di pensieri e reminiscenze:  con risultati di volta in volta sorprendenti in quanto a  sapore ed estetica.
L' universo femminile in tutte le  sfaccettature, con le sue fragilità e soprattutto con la sua forza, emerge prepotente dalle pagine di Viviana e dal forno in cui cuoce "la brutta e cattiva", tortura dolceamara, quintessenza dell' imperfezione ma anche della coesione che la rende irrinunciabile " deliziosa condanna".
Per la torta ogni anno c'è la possibilità  di diventare un cibo appetitoso:  e allora, allo stesso modo, perchè non può capitare  anche alle quattro protagoniste del racconto, alle prese con spine nel fianco, curiosità, delusioni e insoddisfazioni,  un' occasione di riscatto e di cambiamento? 
Con la freschezza e la simpatia che le sono abituali, Viviana Giorgi regala alle sue donne nuove chances, e tanto affetto reciproco basato su vecchi ricordi e nuovi entusiasmi:  senza giudizi, infondendo speranza e positività all' intero racconto, sottolineando  la potenza della complicità femminile e  l' importanza della coerenza con se stessi. E   naturalmente, da brava sognatrice tra le righe, infondendo una delicata ma efficace sfumatura rosa alla storia,  che regala   infine un sospiro soddisfatto.  

Certo, dopo avere letto La brutta e cattiva, non credo avrò il coraggio di provare la ricetta in fondo al libro: sembra gustosissima, ma chissà cosa potrebbe rivelarmi!


Di Viviana Giorgi Sognando tra Righe ha recensito:

Tutta colpa del vento ( e di un cowboy dagli occhi verdi) ( recensione QUI
Un amore di fine secolo ( recensione QUI
Vuoi vedere che è proprio amore ( recensione QUI


L' Autrice 


Ex giornalista, milanese, amante dei bassotti e dei gatti rossi, Viviana Giorgi scrive per lo più commedie romantiche contemporanee, più speziate che sfumate, con eroine decise ma un po’ imbranate e non certo sofisticate, ed eroi gloriosamente da sballo. Tra una romantic comedy e l’altra, ogni tanto si lascia tentare anche dal lato più sorridente e vivace del romance storico, suo primo indimenticato amore. Il lieto fine per Viviana Giorgi? Obbligatorio e altamente glicemico, sia che la sua eroina vesta in jeans o in stile impero. Perché, come ripete spesso: se si deve sognare, meglio farlo alla grande, no?

martedì 28 luglio 2015

LE SFRAPPOLE La ricetta della fiducia Elena Taroni Dardi Recensione

Nuova ricetta, nuovo messaggio.
Questo racconto è scritto da Elena Taroni Dardi, già Autrice Emma Books nella collana Romantic Suspense. In questo racconto, più posato rispetto al tenore della serie RS, ci parla di fiducia, amicizia e complicità. La vita e gli equilibri di coppia, la fiducia e il tarlo del dubbio tipiche di noi donne. Basta una serie di sfortunate coincidenze e cominciamo a immaginare chissà quali scenari. Elena Taroni, delinea dei personaggi assolutamente realistici, vividi, e in poche pagine descrive l'animo femminile in modo assolutamente veritiero. Quante di voi, per colpa di un sms, una telefonata, o un discorso ascoltato in modo frettoloso, hanno frainteso la realtà? Basta un piccolo dettaglio, per rovinare tutto. E noi donne siamo diffidenti di natura.

Emma Books

LE SFRAPPOLE
La ricetta della fiducia
Elena Taroni Dardi

Collana: Cocktail
Genere: Narrativa
Pagine: 45
Prezzo: 0.99


Trama


[Ingredienti] 1 lui; 1 lei; 5 giorni di lontananza; 1 sexy amica irreperibile; oroscopi avversi (q.b.)

 [Preparazione] Valentina e Lorenzo stanno insieme fin dai tempi della scuola, l’affinità tra i loro nomi è assoluta, i loro segni zodiacali sono compatibili, la loro convivenza è iniziata un lunedì di luna nuova e fanno tutto ma proprio tutto insieme, come se fossero in simbiosi. Un giorno però Valentina si accorge che la simbiosi non è più così perfetta, Lorenzo è vago e distante, quasi arrabbiato, e deve partire all’improvviso per un viaggio di lavoro. Sola nella loro casa, Valentina riflette, a modo suo, sulla loro relazione. Cucina, consulta l’oroscopo e guarda film strappalacrime fino a quando scopre che anche una delle sue amiche, recentemente tornata single, è irreperibile come Lorenzo e che gli astri sono parecchio avversi ai Pesci e pronosticano nuove avventure amorose per Scorpioni e Acquari… di chi dovrà fidarsi? Degli astri che le sono sempre stati favorevoli o delle persone che conosce da una vita? 

[Rimedio] È la ricetta per chi non vuole cedere all’insicurezza, per chi vuole, con la forza dell’amore, fidarsi degli altri e continuare a credere nei propri sogni.


Opinione di foschia75


In appena quaranta pagine, Elena Taroni Dardi, delinea un quadretto realistico, quotidiano, che racconta di equilibri più o meno precari, in una coppia come tante. In un momento dove il progresso permea la vita di tutti i giorni, dove anche un sms o una telefonata può creare dubbi, una giovane coppia affronta l'ombra della diffidenza, mettendo alla prova un rapporto consolidato. 
Il fidanzato parte per lavoro, ma negli stessi giorni è irreperibile anche la migliora amica di lei. Cosa succede se la protagonista assiste di nascosto a un discorso facile da fraintendere? Semplice, si fa un film su cosa ci possa essere dietro l'atteggiamento di entrambi. E soffre, immagina scenari di tradimento e scorrettezza. 
Per cercare di non pensare al peggio, preparerà le sfrappole, anche se non è carnevale. I ricordi di quando era bambina, tornano a riempire i vuoti del presente, perchè anche un profumo (o un sapore) può alleggerire un brutto stato d'animo. 
Quante di noi hanno peccato di diffidenza, creando magari un caso, per via di piccoli dettagli insignificanti, ma enormi campanelli d'allarme per la nostra immaginazione? Spesso le nostre insicurezze danno luogo a situazioni capaci di metter fine ad amicizie o storie d'amore, così come succederà a Valentina, che per aver origliato, si troverà vittima della sua diffidenza.
Fiducia, un sentimento difficile da coltivare, che spesso si da per scontata, ma che da un giorno all'altro, può sfumare per una serie di sfortunate coincidenze.
Ma quanto è bello scoprire che la vita ci ha dato una nuova lezione? La ricetta della fiducia, ci insegna a valutare le circostanze che insinuano il dubbio, a gettare il seme per una vita di coppia senza ombre, basata sul rispetto e la sincerità.... e a fidarsi un pochino di più anche delle amiche.
La diffidenza è un sentimento che mina il rapporto di coppia, costruire la fiducia è un impegno quotidiano che rende forte e duraturo il sentimento che unisce un uomo e una donna, ma anche due amiche.
Una storia che potrebbe essere capitata a molte di noi.


L'autrice



Elena Taroni Dardi ha più di quarant’anni (quanti in più non è significativo), è sposata con un maschio Alpha autentico, ha due gemelli e possiede oltre mille libri, anche se non li ha mai veramente contati. Inventa storie da sempre, ma solo da poco si è convinta a scrivere per pubblicare. Nella vita si occupa di contabilità e organizzazione, ama la storia, segue l’attualità e aspetta con ansia le vacanze per… viaggiare!
Per Emma Books ha pubblicato i romanzi della serie Sisters, Riflessi, Conflitti, Miraggi.


Qui trovate le recensioni di Charlotte ai Romantic Suspense di Elena










lunedì 27 luglio 2015

UN RAGGIO DI SOLE TRA LE NUVOLE Sarah McCoy Recensione

Non possiamo costringere la vita a darci quello che vogliamo nel momento in cui lo vogliamo. Non possiamo cambiare il passato, né controllare il futuro. Possiamo soltanto vivere il presente nel modo migliore. E ogni tanto ci riserva qualche bella sorpresa.

In queste semplici parole è racchiusa tutta l’essenza del romanzo e se ci pensiamo bene, anche della vita stessa. Ci sono momenti in cui per raggiungere un obiettivo perdiamo di vista tutto quello che ci circonda, le persone che amiamo, le cose che un tempo ci piacevano, la semplicità del sentirsi felici anche senza uno scopo. Abbiamo come la presunzione di crearci un sogno e di volerlo vedere a tutti i costi realizzato per filo e per segno, senza cambiamenti e inopportune deviazioni. Lo vogliamo e basta e per averlo versiamo tutto ciò che abbiamo sul tavolo e giochiamo la nostra partita senza paura di perdere, convinti che ogni sconfitta ottenuta sia il giusto prezzo da pagare per raggiungere la vittoria tanto bramata. Chiamiamola ambizione, desiderio di seguire il disegno che ognuno ha dentro di se, emancipazione o come altro volete, l’unico aspetto che non bisogna mai dimenticare è che non sempre ciò che abbiamo sognato per il nostro futuro corrisponde a ciò che la vita ha scelto per noi, non sempre quello che vogliamo ci viene concesso, bisogna solo saper accettare e imparare a disegnare un nuovo piano, ad inseguire nuovi obiettivi, senza darsi mai per vinti.
La vita è un campo di battaglia e nessuno ne esce senza aver riportato profonde ferite. Tutti abbiamo un sogno, ma anche se ci viene negato non significa che tutto quello che lo circonda si merita la stessa sorte. La meraviglia si nasconde in ciò che diamo per scontato, in noi stessi, nelle persone che ci stanno accanto anche quando tutto il  mondo sembra averci abbandonato ed è proprio per questo motivo che non dobbiamo mai smettere di cercare il nostro raggio di sole tra le nuvole.



UN RAGGIO DI SOLE TRA LE NUVOLE
Sarah McCoy

Traduzione a cura di Alessandro Storti
Casa editrice: Nord
Collana: Narrativa Nord
Genere: Narrativa
Pagine: 425
Prezzo: 16.60€
Ebook: 8.99€



Trama


In cuor suo, Eden ha sempre coltivato la speranza di diventare madre, e il sorriso non l’ha mai abbandonata. Ma adesso quel sorriso si è spento: non ci saranno bambini nella sua vita. E la grande casa che ha appena acquistato col marito Jack rimarrà un nido vuoto. Una verità dolorosa, destinata ad allargare la crepa che, a poco a poco, si è venuta a creare tra loro. E infatti lui commette subito un errore madornale: le regala un cucciolo. Per Eden è quasi un affronto. Davvero Jack pensa che un cane possa sostituire un figlio? Se ciò non bastasse, in un goffo tentativo di rimediare, Jack «assume» come dog-sitter Cleo, la nipotina undicenne del loro vicino. Pur di non doversi occupare di quella bestiola, Eden si rassegna a sopportare la presenza della bambina e le permette di andare a trovarla ogni giorno. Ancora non lo sa, ma quella decisione le cambierà l’esistenza. Perché Cleo è dotata di un'intelligenza vivace e di un'insaziabile curiosità, che la spingono a porsi domande su tutto, persino sull'antica testa di bambola che Eden ha trovato per caso in cantina. Affascinata, Cleo vuole a ogni costo ricostruirne la storia e trascina Eden da Ms Silverdash, la libraia del quartiere, nonché esperta antiquaria. Ed è proprio lì, tra gli scaffali pieni di libri e i saggi consigli di Ms Silverdash, che Eden scoprirà che quella bambola è la chiave per risolvere un mistero legato a una donna vissuta durante la Guerra di Secessione, una donna con cui Eden ha stranamente molto in comune. E così, grazie all’amicizia della libraia e alla disarmante simpatia della sua «piccola detective», Eden tonerà a sorridere e a ritrovare la voglia di aprirsi al mondo, rendendosi conto che ci sono molti modi per donare affetto e amore, soprattutto a chi ci è più vicino.

Un raggio di sole tra le nuvole è una storia di rinascita e di scoperta, una celebrazione degli imprevisti che la vita ci riserva. Perché la felicità ci sorprende quando meno ce lo aspettiamo.

Opinione di Sybil


Un raggio di sole tra le nuvole è un  romanzo che parla d’amore. Un po’ banale come affermazione vero? In realtà è proprio questa la verità, il libro di Sarah McCoy parla d’amore, ma non del sentimento sdolcinato e logorroico che spesso incontriamo tra le pagine, no, ci parla d’amore inteso come potente meccanismo che muove ogni cosa senza obbedire alle più comuni regole che governano l’esistenza degli individui. Ci parla di un amore perduto, di un amore ritrovato, di un amore desiderato ma negato, di  un amore incondizionato che lega una donna ad una bambina e ad un cucciolo indifeso, di un amore che ha bucato le pagine della storia per arrivare sino ad oggi, ai giorni nostri, dell’amore per la libertà, per la patria, per la propria famiglia, per gli ideali, per se stessi. Ci parla di un amore che porta con se un duro prezzo da pagare e proprio per questo non rende le persone immuni alla sofferenza.
Perdonatemi tutte queste ripetizioni, ma non trovo modo più diretto per esprimere il concetto: l’amore è un sentimento potente, che può essere tanto meraviglioso quanto devastante. Ci può rendere felici, ci può distruggere, ci può far diventare invincibili, ma in nome della nostra mortalità ci rende vulnerabili, indifesi. E non sto parlando d’amore nel senso romantico del termine o almeno non completamente. Sarah  McCoy ci regala un piccolo gioiello di narrativa che dona al lettore una tempesta di emozioni con la delicatezza di una piuma. Entra silenziosamente nelle nostre vite e senza accorgercene ci fa riflettere, ci commuove, ci dona nuovi punti di vista dai quali osservare la vita. Ci racconta una storia in  bilico tra passato e presente, tenuta insieme da un mistero che fa da collante, legando indissolubilmente l’esistenza della protagonista del presente a quella del passato. A svolgere questo delicato compito è la testa di una bambola di porcellana, trovata da Eden nella sua nuova abitazione. Siamo nel 2014 e Eden e suo marito Jack si sono da poco trasferiti dalla città alla provincia. I due coniugi sono alla soglia dei quarant'anni e da molto tempo ormai sono diventati l’ombra della coppia che erano un tempo. Confinati a vivere nella stessa casa, si sentono come degli intrusi nelle rispettive vite. A gravare su di loro un pesante fardello: l’impossibilità di avere un figlio. Eden desidera avere un bambino da così tanto tempo che ha perso il conto dei giorni trascorsi  a piangere in coda ad ogni delusione ricevuta mese dopo mese. Jack, dal canto suo, cerca in tutti i modi di dare alla moglie quel che desidera, sottoponendosi ad ogni genere di tentativo, riducendo la loro intimità di coppia ad un incontro chimico di affinità. Passano i giorni, i mesi, gli anni e Jack ed Eden non si ritrovano più, persi nella nebbia della loro esistenza costellata di rinunce, delusioni, aspettative mal riposte e quei due giovani che amavano fare jogging insieme la mattina, che viaggiavano fino in capo al mondo, che si spalleggiavano tanto nel lavoro quanto dentro le mura di casa, si ritrovano a dormire in stanze separate, a mangiare cibo in scatola e a diventare spettatori muti del loro tracollo. Tutto cambia quando Jack decide di riportare a casa un cucciolo di cane. Apparentemente sembra un gesto calcolato:”non possiamo avere figli, allora prenditi cura di un cane”, in realtà, nascosto tra le pieghe del gesto, ci sta un arcobaleno di opportunità. Inizialmente Eden si arrabbia, si accanisce con il marito per aver compiuto un gesto tanto immaturo, ma non si rende conto che l’arrivo del cucciolo nella sua vita ha permesso al sole di fare capolino dalla porta d’ingresso per poi entrare definitivamente. Sarà così che insieme al cagnolino accederà nella sua vita anche Cleo, la piccola vicina che l’aiuterà a risolvere il mistero della testa della bambola di porcellana scovata nel ripostiglio della propria casa, un oggetto che riporterà a galla un passato lontano, vivo e pulsante, nel quale una giovane donna di nome Sarah (niente di meno che la figlia di John Brown) si ritrovò a portare lo stesso fardello di Eden, a rinunciare al suo grande amore e a lottare in nome di un ideale di libertà che oggi per noi è scontato, ma che per molti un tempo non lo era.
Sarah e Eden, separate da più di centocinquanta anni di storia, unite da un segreto, divise dall'amore, da ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, dalla paura di abbandonare un sogno e dal coraggio di riscriverne uno nuovo. Ognuna di loro ha rinunciato ad una parte di se nell'accorgersi che la vita non sempre va secondo i piani prescelti, ma insieme hanno trovato la forza per accettare tutto questo e per ritornare a vivere.

Sarah McCoy, con abilità cristallina, ci regala un romanzo che parla di vita, di riscoperta, di rivincita e di perdita, toccando un tema estremamente delicato e causa di grandi sofferenza per molte persone. Non ci illude dipingendo davanti ai nostri occhi il quadretto idilliaco di un’esistenza patinata e onirica, ma ci fa vedere che a volte, anche se le cose non vanno come dovrebbero, anche se ci deludono, dobbiamo avere il coraggio di rimetterci in gioco, di tirare la cinghia e combattere, di soffrire, rimarginando le ferite al sole, sporcandoci di melma senza paura di restarne macchiati, perché c’è sempre una strada in grado di riportarci a casa, ovunque essa sia.



L'autrice




Figlia di un ufficiale dell’esercito americano, Sarah McCoy ha trascorso l’infanzia in Germania ed è tornata negli Stati Uniti, in Virginia, quando aveva tredici anni. Adesso vive a El Paso, in Texas, dove insegna letteratura inglese all’università.